Il Meridiano and Puglia, Italy

Sintesi attività Unars - Il Meridiano

La Società Cooperativa Il Meridiano basata sulla conoscenza e incentrata sulla ricerca, la formazione e lo sviluppo innovativo e sostenibile, nasce nel 2011, con lo scopo di perseguire l’interesse generale della Comunità allo sviluppo dell’economia e a garantire la qualità di vita dei/lle cittadini/e, oltre che degli ambiti territoriali di riferimento, anche in  contesti internazionali, contribuendo alla promozione ed implementazione di attività a favore di una concreta coesione sociale, assumendo una continua e costante attenzione alle differenze di genere e di pari opportunità

La Società Cooperativa Il Meridiano è partner per la Puglia del Progetto di ricerca transnazionale e multidimensionale Understanding Agency and Resistance (UNARS) JUST/2011-2012, finanziato dalla DG Justice della Commissione Europea.

Il progetto UNARS può essere illustrato e sintetizzato come segue:

Finalità:

Creare un programma di intervento e di training per consentire ai giovani e ai professionisti che lavorano con loro di comprendere meglio e incrementare l'”agency” e la “resistance” sviluppate attraverso le loro esperienze di violenza domestica.

Obiettivi specifici:

1) Sviluppare una comprensione dettagliata delle esperienze di giovani che vivono in contesti di violenza domestica, in particolare esplorando i loro racconti per individuare costrizioni e limiti e possibilità di ”agency” e “resistance”.

2) Esplorare le rappresentazioni dominanti della violenza domestica nelle politiche per le famiglie  che convivono con la violenza, al fine della nostra comprensione dei giovani, da considerare come soggetti attivi e non come vittime. Ciò include una revisione critica delle rappresentazioni dei giovani nel dibattito professionale e nello sviluppo delle politiche.

3) Promuovere nei giovani una maggiore consapevolezza delle proprie capacità di agire e fronteggiare l’esperienza della violenza assistita.

4) Fornire un adeguato programma formativo per gli operatori dei servizi della salute, servizi sociali, istruzione e altre agenzie statali ,finalizzato a implementare conoscenze e metodologie innovative improntate alla promozione della salute dei giovani in condizione di violenza assistita.

5) Sviluppare un adeguato programma di intervento per aiutare i giovani nell'esplorare il loro sé attivo in relazione alla violenza domestica.

6) Creare un modello per la divulgazione dei risultati volta al coinvolgimento di tutti gli addetti, volontari e professionisti del settore.

7) Realizzare un manuale operativo che raccolga le metodologie sperimentate.

8) Creare le basi per una attività di ricerca permanente e formare un’equipe di ricercatori con esperienza nel trattare i giovani esposti a violenza assistita, secondo modalità non discriminante e patologizzante.

Le attività svolte e in corso di realizzazione per questa prima fase di progetto sono le seguenti

-          Giornata di presentazione ufficiale sul territorio regionale del progetto Unars, al fine di stringere anche collaborazioni e partenariati. Tale giornata si è svolta nella sede della presidenza regionale con la collaborazione dell’UFFICIO GARANTE PER I MINORI. A tale incontro sono stati inviatati i rappresentanti degli ordini degli avvocati, psicologi, assistenti sociali, rappresentati del terzo settore, referenti di servizi pubblici che si occupano di minori e famiglia.

-          Giornate di formazione con le ricercatrici dell’Università di Northampton

-          Espletamento dei due focus- group con i professionisti del settore

-          Tre interviste campione

-          Quattro interviste in fase di trascrizione ed analisi

-          Contatti attraverso incontri con servizi territoriali: circoscrizioni, associazioni, centri antiviolenza, al fine di individuare i giovani da intervistare.

Le attività sono state coordinate dalle tre professioniste de Il Meridiano sulla base delle loro specifiche competenze, e in particolare:

Dott.ssa Caterina Nardulli: focus group e analisi desk

Dott.ssa Maria Sannelli: interviste ai minori

Dott.ssa Monica Ricco: project management